domenica 27 gennaio 2008

Gryllus Maculatus elettronico




Mi arrovello su un passo che ho appena letto del saggio "La Psicologia degli Automi" di Orazio Miglino e Stefano Nolfi pubblicato in un libro che tratta di Scienze della mente

"Un maschio di grillo in condizione di eccitazione sessuale era posto in una gabbia, ad una distanza di circa 5 metri veniva invece collocato l'organismo artificiale. Il grillo maschio veniva raggiunto dall'automa in qualsiasi condizione. C'è da dire che l'esperimento si fermava a questo aspetto preliminare del comportamento, l'accoppiamento non aveva luogo.
Come molti critici hanno sottolineato, a rigore di logica, gli studi della Webb non dimostrano in maniera definitiva se effettivamente i grilli producono il loro comportamento in base a della catene tutto sommato abbastanza semplici di stimoli associati a risposte oppure ricorrendo a complesse rappresentazioni cognitive.
Si afferma, comunque che, almeno in linea di principio, le femmine di grillo potrebbero individuare e raggiungere il proprio "partner" grazie a degli schemi senso-motori molto elementari."

Si tratta di uno dei primi tentativi di studiare reazioni di esseri di natura organica con automi biomorfi. Per essere precisi è la fidanzata automatica del grillo o meglio un Gryllus Maculatus elettronico. Nel dicembre del 1994, come spiegano gli autori, Science ha riportato un interessante esperimento condotto su un automa che tentava di replicare dei comportamenti delle femmine di Gryllus Maculatus. La rivista ha descritto il lavoro di ricerca svolto presso l'Università diEdinburgo dalla psicologa animale Barbara Webb. Oggi molto le dobbiamo anche noi avatar, luminosi grilli maculati elettronici per picchiatasti in estro.

3 commenti:

raccoon ha detto...

OT la barba, lietamente, ti tristantzarizza, complimenti Golem!
Invece il grillo maculato elettronico sente piuttosto di cavalletta.

entomologo coon che ti ha linkato
arrivederci presto

bitser Scarfiotti ha detto...

Proprio vero ora che lo guardo è proprio accavallettato. Che perverso connubio accoppiare grilli con cavallette elettroniche....Anche tra gli insetti destano perplessità le unioni miste?

raccoon ha detto...

È colpa di WD e del suo pinocchio senza che c' entri la fatina dai capelli turchini e il suo "stud igneo a grandezza naturale" (tanto per citare il tuo Kokoschka).
I disegnatori wasp fan sempre confusione tra cricket e grasshopper e così tu bambino...
Ma se ci pensi e dato il dismorfismo sessuale per esempio tra le lucciole epperò in quasi tutti gli insetti sono le unioni tra gli eguali che ti devon perplimere di più

un fan di nicoletti & ron goulart