mercoledì 14 maggio 2008

Passatempi condominial spionistici

Quattro click sono sufficienti per avere tutte le informazioni di base su uno sconosciuto, questo è esattamente quello che occorre a un comune mortale per avere in mano la vita di un suo simile. Abbiamo tutti ben presente il passatempo condominial spionistico che ha appassionato gli italiani al tempo delle dichiarazioni dei redditi on line. La corsa al 730 dei propri conoscenti, vip o semplici mortali, ha improvvisamente fatto superare il digital divide a un numero impressionante di persone. Erano quelli che non sapevano nemmeno accendere un computer, ma improvvisamente si sono trasformati in consumati frequentatori del peer to peer, anche solo per riuscire ad ottenere il file con la prova che i parenti antipatici piangono miseria e sguazzano nei soldi. E se tutti questi ci avessero preso gusto? Se avessero ancora voglia di usare la rete come mirabolante rivelatore dei fatti altrui? Bene, prima che ci arrivino da soli ipotizziamo quali danni potrebbero fare, almeno saremo preparati.
A chiunque può capitare di incrociare per strada l’ automobile dei propri sogni, purtroppo guidata da un altro essere umano, un personaggio sconosciuto che all’ istante potrebbe diventare il potenziale bersaglio della nostra invidia. Ebbene il primo dato che il rosicone cyber convertito dovrà procurarsi è l’ identità della sua vittima. Non è assolutamente difficile, basta segnarsi il numero di targa, anzi se si vuol essere sicuri sarà meglio fare una foto al volo con il videofonino, magari con calma si potrebbero scoprire particolari utili per farsi i fatti suoi.
Primo click sul sito http://www.aci.it/. Qui ci viene spiegato che il Pubblico Registro Automobilistico (P.R.A.) contiene tutte le informazioni relative alle vicende giuridico patrimoniali dei veicoli soggetti ad iscrizione. Si ricorda che chiunque può conoscere la situazione giuridico-amministrativa attuale di un veicolo (compreso l'intestatario), sulla base del numero di targa, chiedendo una "visura" per targa, informazione che può essere ottenuta anche da casa con il servizio VisureNet. Comporta un costo pari a: Euro 5,62 pagabili con carta di credito. Naturalmente il richiedente lascia una sua traccia nel sistema, ma se è un’ operazione legale perché preoccuparsi? Ora lo sconosciuto ha un nome un cognome, un indirizzo, data e luogo di nascita. Per semplicità lo chiameremo M.R, ma non vogliamo il suo numero di telefono fisso? Oggi conta poco, ma fare un tentativo su non costa nulla.
Secondo click su http://www.paginebianche.it/. Guarda guarda, oltre al telefono di M.R.c’è la mappa interattiva che ci porta dritti a casa sua, ma non ci basta l’indirizzo, a questo punto di M.R. vogliamo vedere anche la casa. Sappiamo tutto sulla sua automobile, perché non vedere come si tratta anche nel patrimonio immobiliare? Ci servono immagini satellitari dettagliate di casa sua.
Terzo click doveroso quindi su http://earth.google.com/. Occorre scaricare la nuova versione 4.3 del software che promette, tra l’ atro, viste dall'alba al tramonto con la funzione “Sunlight”, immagini satellitari, mappe, terreni, edifici 3D che è possibile salvare e condividerle con altri utenti. Potrebbe anche costare un po’, ma lo spione dilettante non bada a spese per il suo passatempo preferito. Ora in teoria possibile scaricarsi foto molto dettagliate della casa della nostra vittima e fargli finalmente i conti in tasca.
La dichiarazione dei redditi del misero M.R., nonostante i veti, è ormai cosa pubblica. Non è più un problema trovare in rete il mitologico file compresso
“Redditi_2005_Rev.004_OuTLaW.zip”.
Facciamo il download della “full version” e stiamo a posto. Ora ci si può sbizzarrire a fare ipotesi e congetture se con il reddito che ha dichiarato M.R. potrebbe veramente permettersi quella casa e quell’ auto.Per malignare si trovano sempre spunti, ma non basta ancora, vogliamo fare anche un’incursione nel suo privato: cominciamo scandagliare i social network…Eccolo trovato, è fatta. Ora chiediamo la friendship e lo freghiamo.
Quarto click finale su http://www.facebook.com/. Siamo diventati suoi amici, e possiamo scartabellare tra le sue foto, i suoi video, alimentare discussioni sulla sua bacheca, incrociare dati sui i suoi amici. Il sistema allerta il gruppo sui reciproci compleanni e ci permette di fare statistiche sulle “tracce” che ognuno lascia ogni giorno nel network. Forse ci perderemo un po’ di tempo, ma se abbiamo pazienza è facile tracciare le sue abitudini quotidiane, sbirciare nella parte del suo privato che avrà voluto rendere pubblica per i suoi amici, Spesso non è poca cosa: vacanze, feste in famiglia, rimpatriate tra ex compagni di scuola. Più dati abbiamo sui suoi frequentatori virtuali più ci avviciniamo a quelli che per lui contano nella vita concreta. Ci siamo…MR fa gli auguri di compleanno a una sua amica molto fascinosa. E’ A.N. che si dice sigle specializzata in architettura d'interni, musica, amicizia, relazioni. “M'interessa interagire e vedere cosa ne esce fuori.” La passiamo ai quattro click, M.R. e A.N. non abitano distante, e quando possono chattano volentieri assieme, nulla di male certamente, ma sono assidui. Ci prendiamo un ultimo sfizio, ingrandiamo la foto di M.R. alla guida fatta con il cellulare all’ inizio dell’ avventura, ha una donna accanto, confrontiamo la foto con quella di A.N.. E’ lei ? Volendo possiamo anche telefonare…La caccia continua.

1 commento:

Maso_Bury ha detto...

Tipico cartello da UMARELL.
Bravo Gianluca :-)

http://umarells.splinder.com